CARMINE CATENACCI


Carmine Catenacci è professore ordinario di “Lingua e letteratura greca” (L-FIL-LET/02) all’Università “G. d’Annunzio” di Chieti-Pescara. Laureato nel 1987 presso l’Università degli Studi “G. d’Annunzio” di Chieti (110 su 110 con lode, relatore Prof. Massimo Vetta), nel triennio 1988-1991 ha frequentato il IV ciclo del Dottorato di Ricerca in “Filologia greca e latina” dell’Università degli Studi di Urbino; per gli anni 1993-1995 gli è stata assegnata dall’Università degli Studi di Urbino una borsa di studio per attività di ricerca post-dottorato. Nell’anno accademico 1991/1992 ha frequentato il Corso di Paleografia greca della “Scuola Vaticana di Paleografia, Diplomatica e Archivistica” e ha conseguito il relativo diploma (30 su 30 e lode). Nel giugno 1993 è stato ospite della “Fondation Hardt pour l’étude de l’antiquité classique” di Vandoeuvres (Ginevra). Dal 1996 al 2000 ha ricoperto il ruolo di ricercatore presso l’Università degli Studi “G. d’Annunzio” di ChietiPescara. Dal 2000 al 2011 è stato professore associato e quindi, nel triennio 2011-2014, Professore straordinario presso l’Università degli Studi “G. d’Annunzio” di Chieti-Pescara. Dal marzo 2014 ricopre il ruolo di professore ordinario presso lo stesso Ateneo.
È direttore della rivista “Quaderni Urbinati di Cultura Classica”. È condirettore delle collane “Testi e commenti” e “Biblioteca dei Quaderni Urbinati di Cultura Classica” presso Fabrizio Serra Editore ed è membro del Comitato scientifico delle Collane “Classici contro” dell’editore Mimesis, “Syncrisis” dell’editore Fabrizio Serra e “Series Antiqua” dell’editore Sestante. Dal 2008 al 2010 è stato rappresentante dei professori associati nella giunta della Consulta Universitaria del Greco. È stato responsabile scientifico di unità di ricerca nell’ambito dei PRIN 2007 e 2010-2011. Sta curando la raccolta delle testimonianze sulla vita e sull’opera dei lirici greci arcaici e classici per l’Editore Bompiani ed è in preparazione la sua edizione (testo critico, introduzione e commento) delle Vespe di Aristofane per la collana “Scrittori greci e latini” della Fondazione Lorenzo Valla (A. Mondadori Editore).